Now Reading
Coordinare, progettare, fare sistema. L’APT Trento traccia il presente e il futuro del turismo.
Sfruttare il vento per surfare sulla neve

Coordinare, progettare, fare sistema. L’APT Trento traccia il presente e il futuro del turismo.

All’Assemblea Annuale dei soci, l’Azienda per il Turismo Trento presenta le attività 2023 e delinea i propositi per il 2024. Dopo la riorganizzazione, l’APT punta a rafforzare il suo ruolo di regia e progettazione del prodotto turistico grazie alle sempre più ampie collaborazioni con i soggetti pubblici e privati del territorio. Promettenti le stime sulle presenze turistiche, cresciute del 15-20% nell’ultimo anno.

Trento, 12 dicembre 2023 – Valorizzare il territorio e la sua identità, rafforzare il ruolo di coordinamento dell’ApT, sviluppare partnership con gli attori locali in una logica di sistema, coinvolgere sia i soggetti pubblici che quelli privati per rispondere al meglio alle sfide del mercato. Sono gli obiettivi indicati dall’Azienda per il Turismo Trento nel corso dell’Assemblea Annuale dei soci svoltasi oggi. 

Sullo slancio del nuovo piano strategico, che ha tracciato le basi del lavoro per un periodo triennale, l’Azienda per il Turismo è andata incontro a un processo di riorganizzazione. Molta attenzione, in questo quadro, è stata posta sulle operazioni di coordinamento e di progettazione del prodotto così come sulle azioni di comunicazione delle esperienze e dell’identità locale che hanno vissuto il loro momento chiave in primavera con il lancio del nuovo city brand, realizzato in sinergia con il Comune di Trento. Incoraggianti, nel corso del 2023, i dati sulle presenze nel territorio che segnano, in base alle prime stime, una crescita del 15-20% su base annuale e che rappresentano un ottimo viatico per il 2024.

“Il prossimo anno intendiamo sviluppare ulteriormente la rete di partnership sul territorio, sensibilizzando in particolare tutti gli attori privati sull’importanza di sostenere le iniziative dell’Azienda per contribuire allo sviluppo economico duraturo e sostenibile e alla creazione di servizi di qualità nei diversi comparti interessati dai flussi turistici”, spiega il direttore dell’APT, Matteo Agnolin. “A proseguire, inoltre, saranno le attività di comunicazione e promozione legate al nuovo brand cittadino, divenuto ormai elemento di sintesi di un sistema fondato sui valori di una Trento plurale, organizzata, contemporanea e sorprendente”.

Alla vivacità del capoluogo e del suo territorio contribuisce la presenza di un’offerta ricca di elementi e stimoli che potranno essere sviluppati ulteriormente in futuro. Tra questi il turismo food & wine, il ruolo del capoluogo come Alpine City Break e hub del Trentino, i viaggi culturali e il cicloturismo. In questo quadro, APT continuerà a proporsi come punto di riferimento e soggetto coordinatore per le realtà coinvolte. In questa direzione vanno la creazione di un tavolo condiviso con i musei per lo sviluppo della proposta culturale sul territorio e le iniziative per la valorizzazione del Monte Bondone sia nella stagione invernale che in quella estiva. 

“Nell’implementare azioni e strategie è fondamentale guardare sempre con attenzione alla domanda e alle esigenze degli utenti, orientando in questo senso le nostre progettualità per cogliere prontamente le sfide di un mercato in costante trasformazione”, spiega il presidente dell’APT, Franco Aldo Bertagnolli. “Come Azienda continueremo a lavorare in molteplici direzioni, dall’ideazione del prodotto alle attività di marketing e comunicazione, dalla commercializzazione dell’offerta turistica allo sviluppo di progetti innovativi. Infine porremo particolare attenzione alla nuova grande sfida che ci attende: far crescere le entrate private della nostra ApT”.

See Also

Nel corso del 2023, infine, sono iniziati i lavori della nuova Agenzia Territoriale d’Area Città, Laghi e Altipiani che, chiamata a rappresentare Valsugana, Trento, Rovereto e Alpe Cimbra, si occuperà dello sviluppo di nuove iniziative congiunte tra i quattro territori interessati. Tra queste, il progetto di certificazione GSTC (Global Sustainable Tourism Council), uno standard internazionale avviato proprio quest’anno che include tutti gli aspetti della sostenibilità a livello territoriale.

“Il capoluogo conferma la sua forza come perno di un territorio capace di attrarre sempre più visitatori grazie a un’offerta ampia e ben pianificata attraverso il lavoro in sinergia di molti soggetti”, ha spiegato il sindaco di Trento, Franco Ianeselli. “Determinante, in questo contesto, è il ruolo di coordinamento assunto dall’Azienda per il Turismo al pari dell’impegno delle istituzioni e degli attori locali nello sviluppo di un prodotto sempre più adatto alle esigenze dei visitatori”. 

What's Your Reaction?
Excited
9
Happy
1
In Love
2
Not Sure
1
Silly
1

© 2021 Green Press Environmedia - Servizi Editoriali.
Martina Valentini p.iva 02089320515. Tutti i diritti riservati.

Scroll To Top