Turismo

Val di Sole, benessere d’alta quota. Boom dei rifugi-Spa (con vista).

Aumentano costantemente le prenotazioni delle strutture che propongono percorsi termali e trattamenti benefici per il corpo con la possibilità di godere di spettacolari visuali. Nella valle solandra se ne contano ben 4 tra i 1900 e i 2700 metri. E i benefici per la salute sono evidenti, soprattutto dopo una giornata sugli sci.

Coordinare, progettare, fare sistema. L’APT Trento traccia il presente e il futuro del turismo.

All’Assemblea Annuale dei soci, l’Azienda per il Turismo Trento presenta le attività 2023 e delinea i propositi per il 2024. Dopo la riorganizzazione, l’APT punta a rafforzare il suo ruolo di regia e progettazione del prodotto turistico grazie alle sempre più ampie collaborazioni con i soggetti pubblici e privati del territorio. Promettenti le stime sulle presenze turistiche, cresciute del 15-20% nell’ultimo anno.

Trento, effetto Mercatini: boom di visitatori nel weekend

Tradizionale occasione per un primo bilancio della kermesse natalizia, il ponte dell’Immacolata si è caratterizzato per un grande successo di pubblico. I visitatori, almeno 100mila secondo le stime, hanno premiato l’atmosfera del capoluogo e la varietà dell’offerta sull’intero territorio.

L’accoglienza è di casa a Trento. La Città del Natale pronta per il Ponte dell’Immacolata.

Previste presenze da record grazie ai molti appuntamenti in programma: da quelli di “Trento di Città del Natale” alla Fiera di Santa Lucia fino all’iconico Mercatino che il 21 dicembre arriverà in un’altra Rsa. Matteo Agnolin (Apt Trento): “Grazie al lavoro di coordinamento svolto in questi mesi, i turisti troveranno una città pulita, sicura e organizzata. La sfida è far coesistere l’anima moderna e quella legata alle tradizioni”. 

Caccia al tesoro, mercatini e magia del Natale. Miola è “il Paés dei Presepi”.

Per un mese, fino al 6 gennaio 2024, il piccolo borgo dell’Altopiano di Pinè si trasformerà in un’esposizione a cielo aperto di Natività (oltre un centinaio), celebrando una tradizione ventennale, corredata da giochi, animazioni e proposte eno-gastronomiche.

A Ossana i presepi sono arrivati (quasi) a quota 2000. E finiscono anche sui francobolli.

Inaugurata ieri pomeriggio la 24a edizione de “Il borgo dei 1000 presepi”. Fino al 7 gennaio, le natività sparse in tutto il paese e nel Castello di San Michele attireranno decine di migliaia di turisti. Svelato uno speciale annullo filatelico dedicato all’iniziativa. Per consentire raggiungere più comodamente Ossana, quest’anno verrà attivata la Navetta dei Presepi.

Val di Sole pronta ad accogliere gli sciatori. Da sabato prossimo aprono gli impianti.

Piste preparate con meticolosa attenzione e servizi innovativi: ecco come le ski aree della valle solandra sono pronte ad accogliere gli appassionati della neve. Dal 2 dicembre via alla nuova stagione a Folgarida-Marilleva e Pejo 3000. A Pontedilegno-Tonale si potrà sciare sul Ghiacciaio Presena e al Passo Tonale in attesa dell’inaugurazione ufficiale di sabato 9 con il “Winter Opening Party”.

Acceso l’Albero e via allo storico Mercatino. A Trento è già Natale.

In Piazza Duomo sono state accese le 24000 luci a LED del grande abete alto 17 metri, simbolo tradizionale della veste natalizia che il capoluogo trentino assumerà fino al 7 gennaio. Sul palco le autorità locali e il gruppo di bambini del Tavolo Tuttopace che hanno consegnato un pacchetto rosso alla città per sottolineare l’importanza del dono alla vigilia dell’anno in cui Trento sarà capitale europea del Volontariato. Oltre 15000 le presenze in questa prima giornata di apertura (6000 all’accensione dell’albero) della manifestazione.

TRENTO CITTÀ DEL NATALE, PARTE IL CONTO ALLA ROVESCIA. UNA FESTA CHE PARLA DI PACE E SOLIDARIETÀ.

Dal 18 novembre al 7 gennaio la città ospita la 29a edizione del suo Mercatino. Tra location rinnovate e un rafforzamento dei servizi informativi per i visitatori, l’appuntamento conferma la sua formula a misura di famiglia. Ampio come sempre l’elenco delle proposte che comprende artigianato e gastronomia, arte e cultura, luci, musica e intrattenimento. L’imminente appuntamento con Trento Capitale Europea del Volontariato, infine, ispira le iniziative pensate per celebrare la condivisione e il senso di comunità.

Record, celebrazioni e messaggi di pace. Ossana è il borgo dei 1000 presepi (che quest’anno sono quasi 2000).

Dal 1° dicembre al 7 gennaio le opere artigianali create da artisti e residenti (mai così tante) adorneranno strade e palazzi del centro storico del paese dell’Alta Val di Sole. Omaggio speciale per gli 800 anni dalla prima rappresentazione della Natività della storia, realizzata da San Francesco. In occasione dell’inaugurazione della manifestazione, giunta alla 24a edizione, verrà ufficializzato l’ingresso di Ossana nel club de “I borghi più belli d’Italia” con la consegna della bandiera.